mercoledì 16 novembre 2016

SESSO: uomini, aiutanti in casa ma padroni a letto

Gli uomini che in un rapporto di coppia vogliono comandare sempre e comunque sono di norma bollati come maschilisti. E questo perché il maschilismo è una forma di sessismo che è finalizzata a dimostrare ed a legittimare la superiorità dell'uomo sulla donna. 
Nei secoli scorsi purtroppo la donna ha subito tali atteggiamenti e tali comportamenti, ma per fortuna al giorno d'oggi molte cose sono cambiate con l'uomo che non ha più l'idea che il partner debba stare solo ai fornelli e che serva solo per procreare.
Anzi, quando si è in due a lavorare, gli uomini nella nostra società sono sempre più aiutanti in casa ma nello stesso tempo a letto sono rimasti comunque padroni, ovverosia tali che non rinunciano in alcun modo a 'comandare' sotto le lenzuola. 
In altre parole la donna nella società non è più sottomessa all'uomo, ma riguardo alla superiorità dell'uomo sulla donna, strettamente connessa con quelli che sono gli attributi della virilità, in certi casi nulla o poco ancora è cambiato.
In particolare, se la donna è attratta a letto dalla dominanza del suo uomo, è chiaro che è bene utilizzarla con intelligenza durante il gioco dell’amore. D'altronde quale donna non abbia il desiderio di vedersi stretta tra un bel paio di braccia solide che guidano il proprio corpo nella direzione del massimo piacere?

La figura del maschio dominante non è però da confondere con quella del maschilista. In particolare, un maschio dominante, padrone a letto, possiede quella qualità inevitabile per far eccitare una donna. 
E questo anche perché la maggioranza delle donne è attratta da quegli uomini che trasudano un alto livello di autostima e di fiducia in se stessi. Per il maschio dominante completano queste caratteristiche, inoltre, la brillantezza di idee, l'ambizione ed il coraggio.

Nessun commento:

Posta un commento