domenica 20 novembre 2016

SEDUZIONE: le zone erogene di lui da far scoprire ad una Escort

Molto spesso quando si tratta di un tema importante come la sessualità si prende in considerazione solo un aspetto, quello dell'uomo che deve essere capace di soddisfare le voglie di una donna. 
Di contro si parla poco invece dell'uomo e di come essere capaci di farlo impazzire a letto. E questo perché anche l'uomo ha le sue zone erogene, ma quali? Per esempio, quali sono le zone erogene di lui da far scoprire ad una escort, gigolò o trans a Firenze?
Ebbene, nell'uomo non è solo il pene la parte del corpo che, se stimolata, provoca piacere. E questo perché al pari di quello femminile pure il corpo maschile ha i suoi segreti, ovverosia quelle parti poco conosciute che, se stimolate durante il rapporto sessuale, possono fare la differenza.
 Per esempio, è piacevolissimo per l'uomo il massaggio delicato e la palpazione dello scroto che altro non è che la sacca che, al di sotto del pene, contiene i testicoli. Sapevate inoltre che anche l'uomo ha al pari della donna il suo punto G?
Trattasi del cosiddetto punto P in quanto massaggiando la zona della prostata, che si trova dietro l’osso pubico, sopra il perineo e sotto il collo della vescica, molti uomini impazziscono di piacere spese se il massaggio, premendo dolcemente, viene fatto nell’atto eiaculatorio del maschio. 
La stimolazione di tale zona, tra l'altro, in molti uomini genera un piacere così intenso, con sensazioni spesso sconosciute, da arrivare all'orgasmo addirittura senza che sia necessaria la stimolazione del pene.

Spesso l'uomo si concentra solo sulla prestazione, ovverosia ad esempio sulla durata del coito e sulle posizioni in corrispondenza delle quali fare sesso, dimenticandosi però che non è un automa, ragion per cui anche la conoscenza e la stimolazione delle zone erogene maschili, al pari di quelle femminili, è molto importante nel rapporto di coppia. 

Nessun commento:

Posta un commento